Storia

La Pro Loco di Onara nasce nel 1961 per volontà di alcuni amici che si sono trovati al bar da Kina. Il primo presidente dell'associazione, non ancora regolarmente iscritta, è stato Zandarin Angelo, tuttora membro attivo.
Questi amici, tassandosi di £5.000 a testa, hanno comprato il maiale per fare la sagra.
Con il ricavato di essa è stato poi comprato un apparecchio acustico per una sordomuta del paese.
Come l'anno precedente anche nel 1962 il ricavato della sagra è stato dato in beneficenza come sostegno economico ad una famiglia disagiata del paese ed è stato fatto anche negli anni successivi.
Nel 1965 la guida della Pro Loco passa ad Angelo Andretta, un altro importante personaggio per l'associazione, che rimase in carica fino al 1988.
Finalmente nel 1972 la Pro Loco Onara viene regolarizzata: davanti al notaio Braccio di Cittadella furono presenti Zandarin Angelo, Burbello Bernardo, Andretta Angelo, Zandarin Bruno, Pegorin Alberto, Zandarin Luigi e Mattietto Carlo per la firma dell'atto dello statuto.
Successivamente, grazie al contributo del cappellano don Aldo Martini, si inizia la benedizione degli automezzi: da questo prende piede "Braccia al volante", una manifestazione storica per il gran numero di autotrasportatori presenti in paese.
C'era poi il problema di trovare uno spazio capace di contenere il gran numero di partecipanti al pranzo, così grazie a Lovisetto Antonio (chiamato anche Toni Carlota) prima e ai fratelli Zorzo Carlo ed Elia poi, si preparò nel loro capannone tutto il necessario con un gran lavoro per garantire la pulizia.
E' in questo periodo che, grazie alla volontà del gruppo, si cominciò a costruire il primo capannone che misurava 6 metri per 12. Il materiale ferroso era stato offerto dall'industria IMA SAF che è sempre vicina alla Pro Loco. Con il passare degli anni lo si è ampliato fino a diventare autosufficienti. E' in questo periodo che nascono le varie manifestazioni: la Gimkana, nata dall'idea di Alberto Sgarbossa ed Ernesto Zandarin, il Carnevale, la Festa dell'anziano e la Festa della Birra.
Nel 1988 l'assemblea dei soci elesse il nuovo direttivo della Pro Loco, con alla guida Zandarin Ernesto, rimase in carica fino al 31 agosto 2009, data in cui è mancato.
Anche in questi ultimi anni si è fatto tanto, con la nuova cucina tutta in acciaio, il sistema self service e il nuovo e più ampio tendone.
Dal 2009 al 2012 subentra alla carica di presidente, l'allora vice, Zorzo Giacomo. 
Nel 2012 presidente protempore viene eletto Fiorino Bosello confermato poi nel 2013.
Grazie al contributo del consorzio del Cittadellese, la Pro Loco di Onara, partecipando ai corsi antincendio , forma un gruppo di addetti alla sicurezza "alto rischio" così come addetti al "primo soccorso", responsabili alla sicurezza alimentare "H.A.C.C.P".
 Il lavoro di miglioramento delle strutture recettive così come l'adeguamento alle norme igieniche e di sicurezza, impegnano economicamente la Pro Loco in maniera significativa ma l'impegno sociale non viene mai meno, ogni anno parte del ricavato viene dato in beneficenza all'OPSA, all'associazione PAPA Giovanni XXIII, alla scuola materna di Onara, alla Parrocchia di Onara, sostegno alle attività didattiche della scuola paritaria di Tombolo.
La Pro Loco di Onara collabora con le associazioni del paese nella stesura del calendario manifestazioni e con le stesse opera in sinergia nell'organizzazione degli eventi.